Tumore della tiroide

Informazioni sulla ghiandola tiroidea

La ghiandola è un organo che rilascia nel corpo umano particolari sostanze chimiche che verranno utilizzate nel corpo stesso. La ghiandola tiroidea è una piccola ghiandola che si trova alla base del collo, subito sotto la laringe. Essa è costituita da due lobi con un ponte centrale denominato istmo.

La ghiandola tiroidea produce i seguenti ormoni: 

  1. tiroxina (T4) 
  2. triiodotironina (T3)  
  3. calcitonina 

A volte la tiroide viene definita come ghiandola di “attività” poiché gli ormoni T4 e T3 contribuiscono a controllare la velocità dei processi corporei, ovvero l’attività metabolica. La ghiandola tiroidea è essa stessa stimolata dalla ghiandola pituitaria e dall’ipotalamo che sono i centri superiori nel cervello. Il terzo ormone, la calcitonina, è coinvolto nel controllo del calcio circolante nel sangue.

Se la ghiandola tiroidea di un individuo non produce abbastanza ormoni, questi si sentirà stanco e letargico e potrebbe aumentare di peso. Questa condizione è nota come ipotiroidismo.

Se la ghiandola tiroidea produce troppi ormoni, il soggetto potrà avvertire una sensazione di fame e potrebbe sentirsi ansioso, con probabile perdita di peso. Questa condizione è nota come ipertiroidismo. 

Map Of Thyroid Gland

Tumore della tiroide

Il tumore della tiroide è raro, con circa 53.000 nuovi casi diagnosticati in Europa ogni anno. Si tratta di un tumore da due a tre volte più comune nelle donne che negli uomini.

Tipi di tumore della tiroide: 

  1. Anaplastic – this is a rare type of cancer which is fast growing. It is mostly seen in older people and can be difficult to treat
  2. Follicular – this is less common
  3. Lymphoma – it is also possible to have lymphoma of the thyroid gland. Lymphoma is a type of cancer that begins in the immune system cells
  4. Medullary – this is a rare type of cancer that is associated with a family history
  5. Papillary – this is most common, it is slow growing and found in younger people

Fattori di rischio

1. Malattia benigna della tiroide: 1 tumore della tiroide su 5 si verifica in persone con storie di noduli alla tiroide, un gozzo (gonfiore del collo) o infiammazione della tiroide

2. Esposizione a radiazioni: tra cui il trattamento di radioterapia del collo, aumenta il rischio di tumore alla tiroide

3. Storia familiare: incide particolarmente nei casi di tumore midollare della tiroide. Gli individui che possiedono un gene ereditato chiamato oncogene RET hanno un rischio maggiore di tumore midollare della tiroide. Esso potrebbe essere parte di una sindrome che comporta il rischio di sviluppare altri tumori di altre ghiandole. I familiari di persone con un tumore midollare della tiroide possono essere analizzati per verificare se hanno ereditato il gene difettoso. Esiste anche un lieve aumento del rischio di tumore della tiroide se si possiede un gene ereditato che provoca una condizione intestinale denominata poliposi adenomatosa familiare

4. Obesità: alcuni studi hanno riscontrato un rischio maggiore di tumore della tiroide associato all’obesità, perciò una dieta bilanciata ed attività fisica potrebbero ridurne il rischio

Sintomi

1.      Un nodulo indolore al collo, che diventa lentamente più grande

2.      Voce rauca che dura più di qualche settimana

3.      In casi rari, un nodulo tiroideo può esercitare una pressione sull’esofago causando difficoltà nella deglutizione

4.      In casi rari, un nodulo tiroideo può esercitare una pressione sulla trachea causando difficoltà respiratorie

È improbabile che il tumore della tiroide disturbi i livelli degli ormoni tiroidei circolanti. 

Diagnosi

La prima cosa da fare è rivolgersi al medico di famiglia. Questi Le porrà domande sui Suoi sintomi, Le esaminerà il collo e potrebbe voler analizzare i Suoi livelli ematici di ormoni tiroidei. Se il medico lo ritiene opportuno, potrebbe indirizzarLa verso uno specialista.

In ospedale, lo specialista esaminerà ancora una volta i suoi sintomi, il collo e disporrà altri test. Se non è già stato fatto, i Suoi livelli ematici di ormoni tiroidei verranno esaminati, verrà eseguita un'ecografia della tiroide e un’agobiopsia del nodulo. 

Stadiazione del tumore

La stadiazione del tumore indica l'estensione e l'eventuale diffusione del tumore. Le principali tecniche utilizzate per condurre tale valutazione sono la classificazione TNM e i sistemi di stadiazione numerica. Nella classificazione TNM, T sta per tumore e si basa sulla sua grandezza, N sta per interessamento dei linfonodi e M sta per metastasi, ovvero quando il tumore si diffonde ad altre parti del corpo. 

Nella maggior parte degli ospedali, un team di specialisti definito team multidisciplinare Le fornirà consigli sul trattamento più adatto per Lei.

Questo team include, in via esemplificativa ma non esaustiva

1. Un chirurgo

2. Un oncologo (specialista dei tumori)

3. Un radiologo (medico che fornisce consulenza sugli esami radiologici)

4. Un patologo (medico specializzato nell’analisi tissutale e nelle malattie)

5. Un endocrinologo (specialista in medicina ormonale e ghiandolare)

6. Un infermiere specializzato

7. Un dietologo

8. Un terapista del linguaggio (logopedista)

9. Uno psicologo/counsellor

10. Un fisioterapista       

Il trattamento ha una probabilità molto alta di curare il tumore papillare e follicolare della tiroide. Esso potrebbe inoltre curare il tumore midollare della tiroide, mentre il tumore anaplastico della tiroide è più difficile da curare.

Intervento chirurgico: Spesso il primo trattamento per il tumore papillare, follicolare e midollare della tiroide è l’intervento chirurgico. Questo potrebbe includere l’asportazione di una parte della tiroide (emitiroidectomia o lobectomia) o di tutta la ghiandola tiroidea (tiroidectomia totale). Alcune volte potrebbe essere necessario asportare i linfonodi intorno alla ghiandola tiroidea.

Terapia ormonale tiroidea: Solitamente viene somministrata dopo l’intervento chirurgico al fine di sostituire gli ormoni normalmente prodotti dalla tiroide. Essa può ridurre inoltre la possibilità di recidiva del tumore in caso di tumore tiroideo papillare o follicolare.

Iodio radioattivo: Può essere utile negli individui affetti da tumore tiroideo papillare o follicolare per distruggere qualsiasi cellula tumorale residua che la chirurgia non ha potuto rimuovere.

Radioterapia a fasci esterni: Può anche essere utilizzata per distruggere qualsiasi cellula tumorale residua, ma la chemioterapia non rappresenta un trattamento comune del tumore della tiroide.

Il tumore della tiroide è raro, per questo non è oggetto di numerose sperimentazioni cliniche. Se esiste una sperimentazione clinica adeguata, il Suo specialista potrebbe chiederLe di considerare la possibilità di parteciparvi. Tutti i nuovi potenziali trattamenti devono essere sottoposti a ricerche complete prima di essere adottati come terapia standard per ragioni di sicurezza. Questi trattamenti di solito vengono sviluppati e testati nei laboratori prima di essere testati sui pazienti. Partecipare a una sperimentazione clinica comporta spesso dei benefici al paziente e contribuisce a migliorare la conoscenza e lo sviluppo di nuovi trattamenti.

Seguito

Dopo aver ricevuto il Suo trattamento, verrà sottoposto/a a controlli regolari. Questi includeranno domande che riguardano i Suoi sintomi, un esame del collo, test ematici ed eventuali esami radiologici. Verrà sottoposto/a a controlli per almeno 10 anni e spesso per tutta la vita.

Vivere con un tumore tiroideo

La diagnosi di tumore può incidere sulla vita di una persona in diversi modi. È molto importante che gli individui ricevano informazioni corrette e che siano in grado di prendere decisioni e di affrontare ciò che accade. Esistono svariate organizzazioni e gruppi di supporto; il Suo infermiere specializzato e il Suo medico possono aiutarLa ad entrare in contatto con essi.